Le scrippelle ‘mbusse sono delle sottili crepes servite arrotolate e ‘mbusse, ossia “bagnate” dal brodo caldo.

Si è parlato tanto di Abruzzo in questo periodo, ahimè purtroppo solo per catastrofi e disagi del maltempo. Ma quando dico Abruzzo tante sono le cose che mi riempiono il cuore di gioia: il cibo abruzzese è una di queste e, in particolare, la ricetta di oggi delle “Scrippelle ‘mbusse“.

Le scrippelle ‘mbusse abruzzesi, insieme al timballo, agli arrosticini, al formaggio fritto sono manifesto di questa regione. Come ho raccontato in passato per la ricetta della “Zuppa imperiale”, anche la ricetta delle scrippelle in brodo mi riportano alla mia infanzia, alla cucina di mia nonna, alla preparazione di tonnellate di scrippelle, ai profumi che respiravo.

Le scrippelle ‘mbusse nella tradizione abruzzese

Spesso mia nonna le preparava come ricetta tipica di Natale, un caldo piatto d’ingresso al pranzo natalizio. Le scrippelle arrotolate con cura già disposte nel piatto, poi l’arrivo della zuppiera colma di brodo al centro della tavola e mia madre che lo distribuiva con il mestolo su ciascun piatto, a “bagnare” la scrippelle. Ricordo chiaramente il profumo delle uova, del brodo di gallina, del formaggio che si spolverava nel piatto, i profumi della festa.

La ricetta non richiede molto tempo, ma forse un pò di pratica per cuocere le scrippelle. Andiamo con ordine. Il procedimento è simile a quello delle crepes o dei pancake: si fa una pastella fatta di uova, farina e acqua e poi si mette il composto in una padella antiaderente per cuocere le scrippelle. Queste, al contrario dei pancake, devono essere sottilissime!

Il brodo, le brave donne di casa insegnano, è rigorosamente brodo di gallina o comunque di carne, ma sapete cosa vi dico, cari “mariti nel panico”? Se morite dalla voglia di gustarvi questo piatto, posso perdonarvi se preparerete un brodo con il dado! Una buona variante (e anche più salutare) sarebbe prepararsi un brodo vegetale, scegliendo delle ottime verdure per dare sapore.

scrippelle mbusse

La regola per fare le scrippelle ‘mbusse

La regola dice che per ogni uovo vanno messi 2 cucchiai di farina. Con 1 uovo facciamo circa 2 o 3 scrippelle. Se non siete ingordi, 4/5 scrippelle a persona possono bastare. Con 10 uova si riescono a fare dalle 25 alle 30 scrippelle, naturalmente dipende dalla padella che usate come stampo! Io ho usato una padella da 25cm di diametro. Le dosi che darò in ricetta saranno quindi indicative, fate il relativo calcolo a seconda di quante porzioni dovete preparare.

Qualcuno mette nell’impasto anche del prezzemolo tritato. Io preferisco metterlo alla fine, così chi non lo gradisce eviterà di metterlo.

Per la disposizione sul piatto potete scegliere se metterle intere in un piatto capiente, tagliate a metà o piegandole. Nelle mie foto vedete la disposizione in due piatti differenti.

scrippelle in brodo abruzzesi

scrippelle mbusse in brodo

Vi lascio alla ricetta ricordandovi che se volete essere sempre aggiornati sulle ricette potete seguirmi sui social.

OggiCucinaMirco è ora anche un canale Telegram! Scopri come ricevere le mie ricette direttamente sul tuo smartphone! Clicca QUI

scrippelle 'mbusse abruzzesi
0 from 0 votes
Stampa

Scrippelle 'mbusse abruzzesi

Categoria Primi piatti
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo totale 15 minuti
Porzioni 2 persone (8/10 scrippelle)
Autore OggiCucinaMirco

Ingredienti

  • 3 uova
  • 6 cucchiai farina
  • q.b. acqua (circa 1 bicchiere per uovo)
  • 1 dado di carne o vegetale *** (leggi le note)
  • parmigiano grattugiato
  • prezzemolo e noce moscata opzionali

Come si prepara

  1. Come prima cosa mettiamo a bollire l'acqua con il dado per preparare il brodo che accompagnerà le nostre scrippelle 'mbusse.

  2. In una ciotola rompiamo le uova e aggiungiamo la farina, mescoliamo bene.

  3. Aggiungiamo acqua a poco a poco, regolandoci: il composto deve essere abbastanza liquido. Io suggerisco poco meno di 1 bicchiere per uovo.

  4. Facciamo scaldare una padella antiaderente, con un mestolo mettiamo il composto al centro e, molto velocemente, facciamo roteare la padella per distribuire la miscela su tutta la superficie: le crepes dovranno essere molto sottili. Mi raccomando, tenete la fiamma bassa. Fate scaldare prima una parte e poi girate dall'altra.

  5. Mettiamile su un piano per farle raffreddare e spolveriamole con del parmigiano grattugiato e infine arrotoliamole.

  6. Disponiamo le scrippelle nei piatti, scegliamo se metterle intere, tagliate a metà o piegandole. Versiamo il brodo in una zuppiera, portiamo in tavola (il brodo deve essere fumante!) e versiamolo con un mestolo nei piatti, avendo cura di bagnare bene le nostre crepes.

  7. Potete spolverare con ulteriore parmigiano e, se lo gradite, con del prezzemolo tritato e un pizzico di noce moscata.

Note ricetta

Leggi tutto l'articolo per la proporzione degli ingredienti in base alle persone.

*** In questa ricetta, per rispettare la filosofia "last minute per mariti nel panico", suggerisco di preparare il brodo con il dado. Come ho scritto nell'articolo però, l'originale ricetta prevede un brodo di gallina o, comunque, di carne.

Dai un’occhiata alle altre ricette tipiche abruzzesi che ho preparato:

Zuppa imperiale abruzzese

Formaggio fritto abruzzese

Ferratelle abruzzesi (neole o pizzelle)