Le ferratelle, chiamate anche neole o pizzelle, sono cialde tipiche abruzzesi, diffuse anche nel Lazio e nel Molise, ottime da consumare a colazione o a merenda, da sole o con farcitura di marmellata o crema spalmabile.

Torno a scrivere “in dolcezza” con la ricetta delle ferratelle abruzzesi che ho da poco sperimentato. Dopo un po’ di pausa e relax torno finalmente sul blog. Ci siamo concessi, come al solito, qualche giorno alle Terme di Caramanico, inizialmente per la nostra bimba, in seguito anche per me e mia moglie. Quest’anno, ahimè, il relax è stato interrotto dal terremoto che ha portato via vite e paesi ad Amatrice, Arquata del Tronto e paesi limitrofi. Sebbene l’epicentro era molto lontano da dove eravamo in soggiorno, la scossa l’abbiamo avvertita in maniera abbastanza forte.La paura è stata tanta, essendo in una casa non nostra e in un paese di cui non conoscevamo l’aspetto sismico. Dopo la prima scossa abbiamo deciso di dormire in auto, fuori casa. E’ stata in questa occasione, mentre uscivamo di casa, che abbiamo conosciuto la signora Anna, vicina di appartamento, sola in casa. L’anziana signora era spaventosissima e, sentendoci per le scale, si è affacciata in cerca di qualcuno che le facesse compagnia.

neole-abruzzesi

La mattina dopo la signora Anna ha preparato le ferratelle e, bussando timidamente alla nostra porta, le ha portate a nostra figlia. Chiara le ha divorate (e anche io!) perchè erano deliziose, tanto che qualche giorno dopo la signora ha pensato di farcene un’altra dose di scorta. Ho pensato così di chiederle la ricetta. Le ferratelle infatti erano un ricordo molto remoto della mia infanzia, quando un mio compagno di classe le portava sempre a ricreazione.

Il “ferro” per fare le ferratelle abruzzesi

ferro tipico per fare le ferratelle, neole, pizzelle
Ferro tipico per realizzare le ferratelle abruzzesi.

Per fare le ferratelle però c’è bisogno del “ferro“, ossia lo stampo su cui poi vengono cotte. Dovete sapere che un tempo, il ferro per fare le ferratelle, veniva forgiato dai fabbri del paese e donato in dote alle spose. Spesso esso riportava il disegno dello stemma della famiglia. Fortunatamente la signora Anna si è proposta di comprarlo lei per me: “conosco bene come deve essere e magari evito che vi diano qualche fregatura”. La sera stessa avevo il ferro tra le mie mani.

Tornato a casa, la prima cosa che ho fatto è stata quella di preparare le ferratelle! Già, perché mia figlia per la colazione è molto difficile e, non bevendo il latte, dobbiamo ovviare con altre cose. Le ferratelle le ha divorate… e quindi questa potrebbe essere una buona alternativa alla solita colazione che fa.

I vari tipi di ferratelle abruzzesi

La ricetta delle ferratelle (o neole o pizzette, come le chiamava la signora Anna) è fatta di ingredienti semplici e si prepara velocemente. Queste cialde hanno diverse ricette, in quanto possono essere secche, morbide, spesse o fine, aromatizzate con vaniglia, anice, cannella o limone. Diciamo che le ferratelle possono essere un po’ i pancakes italiani! (Se ti piacciono i pancakes leggi la mia ricetta dei pancakes senza lattosio)

La ricetta che vi do utilizza semplicemente la scorza di limone e la vanillina, scegliete voi se sostituirla con altri aromi tra quelli suggeriti sopra. La versione morbida inoltre può essere usata a mo di cannolo, farcita con crema di ricotta o di gelato. Provate anche le ferratelle farcite con miele e granella di nocciole!

Ferratelle abruzzesi (neole o pizzelle)

Dose per circa 20-25 ferratelle.
Categoria Dolci
Cucina Italiana
Autore Oggi Cucina Mirco

Ingredienti

  • 6 uova ; 6 tuorli e 5 albumi
  • 8 cucchiai di zucchero;
  • 8 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • la scorza di 1/2 limone;
  • 2 buste di vanillina;
  • farina q.b.

Come si prepara

  1. In una ciotola capiente montiamo le uova con lo zucchero;
  2. aggiungiamo l'olio extravergine di oliva, la vanillina e la scorza di limone;
  3. iniziamo ad incorporare la farina, poco alla volta: dobbiamo ottenere un composto cremoso. Indicativamente per questa dose uso 8 cucchiai di farina colmi, ottenendo delle ferratelle semi morbide. Se vi piacciono le ferratelle più croccanti, dovrete aggiungere un cucchiaio di olio e aumentare la farina per ottenere un composto più denso.
  4. Ungiamo con olio il ferro e facciamolo scaldare sul fornello da entrambi i lati.
  5. Quando il ferro sarà ben caldo, versiamo 1 cucchiaio di composto al centro del ferro, chiudiamolo e lasciamo cuocere la cialda, girando il ferro da entrambe le parti per rendere la cottura omogenea (basteranno pochi secondi per parte ma regolatevi voi, aprendo lo stampo per controllare).
  6. Quando la cialda sarà dorata da entrambi i lati, estraetela.
  7. Lasciamo raffreddare e serviamo da sole o con farcitura di marmellata o crema spalmabile.

ricetta pizzelle abruzzesi

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle ricette seguimi su FacebookTwitterGoogle+,InstagramPinterest e sul Canale YouTube di OggiCucinaMirco.
Ricorda che OggiCucinaMirco è ora anche un canale Telegram! Scopri come ricevere le mie ricette direttamente sul tuo smartphone! Clicca QUI