Castagnole di ricotta sofficissime

di Mirco Di Marcello

Le castagnole di ricotta sofficissime sono una variante golosa del dolce tipico di Carnevale: morbide palline fritte e spolverate con zucchero a velo.

Il Carnevale è la festa dei bambini, delle maschere, dei colori, ma anche un periodo zeppo di dolci tipici visto che, dal giorno seguente, con il mercoledì delle Ceneri, inizia la Quaresima, periodo di digiuno. Le castagnole di ricotta sofficissime sono sicuramente le più preparate insieme alle frappe (o chiacchiere).

Non sono altro che soffici palline di impasto fritte e spolverate con zucchero a velo.

La ricetta originale prevede il burro che, in questo caso, sostituiremo con della ricotta.

Il risultato è un’esplosione di gusto e di morbidezza che piacerà a grandi e piccini.

La preparazione delle castagnole con ricotta è velocissima e, vi assicuro, adatta anche ai “mariti nel panico”.

Alcuni consigli

La ricetta delle castagnole di ricotta prevede l’utilizzo di una parte liquida che può essere data da un liquore o da semplice latte. Nel mio caso ho voluto usare un pò di crema di limone fatta da mio padre (devo postare la ricetta da anni ma non lo faccio mai, abbiate pazienza e la troverete!). E’ una sorta di crema whisky fatta però con il limone.

Al suo posto potete usare del limoncello, del rum, della creola, il classico Strega o un goccio di alchermes.

Potete aggiungere la scorza del limone o dell’arancia per aromatizzare o, se preferite, dei semplici semi di vaniglia o vanillina.

Per la frittura io utilizzo sempre olio di semi di arachide. La temperatura ideale per la frittura delle castagnole è dai 165°C ai 175°C.  Il mio consiglio è quello di cominciare a friggere intorno ai 160°/165°. Se avete un termometro da cucina sarà più semplice tenerla d’occhio. Qui potete acquistarlo qualora non lo abbiate.

Ricordate di acquistare una ricotta che rilasci poca acqua, eventualmente mettetela a scolare prima di usarla. Per far assorbire poco olio in frittura potete conservare l’impasto in frigo per una mezz’ora.

Volendo potete provare anche le castagnole di ricotta al forno ma, sicuramente, non avrete la stessa morbidezza delle fritte.

La spolverata di zucchero a velo finale vi consiglio di farla prima di servirle, rimarrà più a lungo. In alternativa potete spolverare le castagnole di ricotta con dello zucchero semolato.

I più golosi potranno preparare delle castagnole di ricotta farcite con Nutella, crema pasticciera o, perché no, crema al limone.

Come conservare le castagnole di ricotta

Per gustarle al pieno della loro bontà, le castagnole vanno consumate appena fatta, addirittura tiepide.

Qualora dovessero avanzare potete riporle in un contenitore ermetico o in sacchetti freezer. Qualora notiate che iniziano a seccarsi, potete scaldare qualche secondo al microonde.

Guarda anche le altre ricette di Carnevale che ho preparato.

Castagnole fritte con ricottaCastagnole alla ricotta velocissimedettaglio castagnole di carnevale fritte

Castagnole di ricotta sofficissime per Carnevale

Castagnole di ricotta morbidissime

Mirco Di Marcello
5 from 3 votes
Preparazione 15 mins
Cottura 15 mins
Tempo totale 30 mins
Categoria Dolci
Cucina Italiana
Porzioni 30 castagnole

Ingredienti
  

  • 240 g farina 00
  • ½ bustina lievito per dolci 8 grammi
  • 80 g zucchero
  • 1 pizzico sale
  • 2 uova
  • 130 g ricotta io ho usato la senza lattosio
  • 2 cucchiai liquore a scelta io crema di limone
  • q.b. scroza di limone opzionale
  • q.b. zucchero a velo per spolverarle

Come si prepara
 

  • Lavoriamo la ricotta con lo zucchero in una ciotola. Amalgamiamo bene.
  • Aggiungiamo le uova, il liquore scelto, la scorza del limone (se desideriamo metterla), il sale e mescoliamo.
  • A parte setacciamo le polveri: farina e lievito. Aggiungiamole al composto di uova e ricotta, poco alla volta fino a quando si compatterà. L'impasto sarà appiccicoso, per questo spolverate di farina il pano di lavoro e trasferiamoci l'impasto.
  • Lavoriamolo a mano per compattarlo. Eventualmente aggiungiamo un pò di farina, giusto per renderlo lavorabile.
  • Cominciamo ora a fornare delle palline infarinadoci le mani. Possiamo usare anche la tecnica degli gnocchi formando dei cordoni e tagliandoli a misura per poi dargli la forma delle palline. Non create palline troppo grandi.
    palline impasto per castagnole
  • Scaldiamo l'olio di semi in un tegame dai bordi alti. Se avete un termometro da cucina la temperatura ideale è tra i 165°C e i 175°C. Iniziate a friggere intorno ai 160°/165°. Non deve essere troppo alta.
    temperatura olio frittura castagnole
  • Iniziamo a friggere le castagnole mettendone poche alla volta, 3-4 alla volta. Giratele di frequente fin quando non saranno dorate. Trasferitele su un piatto ricoperto di carta assorbente o carta per fritti. Volento potete aprirne una per controllare la cottura interna.
    castagnole appena fritte
  • A frittura ultimata potete spolverare con lo zucchero a velo e servire.
Ti è piaciuta questa ricetta?Fammi sapere cosa ne pensi!

Potrebbero interessarti anche:

2 commenti

Sara 7 Febbraio 2020 - 16:21

Ricetta chiara e veritiera. Sofficissime buonissime e si preparano in un attimo!!!
Grazie a Mirco ho trovato la ricetta perfetta per le castagnole .

Rispondi
Mirco Di Marcello 7 Febbraio 2020 - 16:23

Grazie a te Sara!!!!

Rispondi

Lascia un commento

Valuta la ricetta