Limoncello fatto in casa

di Mirco Di Marcello

Il limoncello fatto in casa è un liquore denso e profumato ideale per tutte le occasioni. La ricetta infallibile di mio padre.

Uno dei tanti prodotti simbolo della Campania, le origini del limoncello risalgono agli inizi del 1900. E’ diventato negli anni famosissimo in tutta Italia come digestivo da servire a fine pasto o come bagna per dolci e accompagnare la macedonia di frutta. Vediamo come preparare il limoncello fatto in casa.

Questa ricetta la programmavo ormai da anni, ma non ero mai riuscito ad inserirla. Nella mia famiglia il limoncello e la crema di limoncello sono sempre in freezer pronti per essere offerti.

Mio padre, infatti, molti anni fa, iniziò a prepararlo in casa e, nel corso degli anni, ha affinato sempre più la ricetta perfetta.

Se avete una pianta e non sapete cosa fare con i limoni, la ricetta del limoncello è sicuramente una scelta azzeccata.

Preparare il limoncello in casa in realtà è semplicissimo, basterà avere solo un pò di pazienza per consumarlo.

Infatti, dopo una prima fase di macerazione delle scorze di limone nell’alcol, si passerà alla preparazione del limoncello e, infine, ancora un pò di tempo per far sì che il prodotto sia pronto nel migliore dei modi.

Mettete in conto almeno 1 mese per il processo completo.

Se siete stanchi di bere il classico limoncello da supermercato, carichi di acqua e zucchero, preparatelo voi!

Mio padre, infatti, quando lo prepara, ne fa in quantità discrete, da elargire poi a noi figli.

Per un limoncello perfetto, non serve nemmeno dirlo, occorrono limoni perfetti! I limoni di Sorrento su tutti. Se non avete la fortuna di trovarli, scegliete dei limoni sicuri, non trattati e dalla buccia edibile.

E’ la scorza infatti che darà il sapore e il profumo al vostro limoncello (o limoncino come lo chiama qualcuno).

I tempi di macerazione del limoncello

La macerazione ideale è di almeno 15 giorni. Mio padre ha provato a volte anche con una macerazione di 8 giorni e il risultato è stato comunque ottimo.

Se avete tempo, quindi, andate per 15 o più giorni. Usate un contenitore a chiusura ermetica o, come faccio io, i vasi “4 stagioni” della Bormioli, chiusi con il tappo.

La gradazione del limoncello fatto in casa

La gradazione del vostro limoncello dipenderà dall’acqua utilizzata. Con la mia dose avere un liquore di circa 30°. Se lo vorrete più leggero, aumentate la dose di acqua (es. 1,5 litri).

La quantità di zucchero può oscillare dai 600g agli 800g. A noi sinceramente piace un pò più “aspro”, per questo utilizziamo 600g. Se preferite un liquore più dolciastro bilanciate a vostri piacimento.

L’alcol puro al 95% è facilmente acquistabile in tutti i supermercati.

Quante calorie ha il limoncello?

Indicativamente (in base alla composizione) 1 bicchierino di limoncello può contenere dalle 100 ai 135 calorie.

Come conservare il limoncello?

Il limoncello può essere conservato in frigorifero o in freezer direttamente nella bottiglia.

Per riporre il limoncello vi consiglio di utilizzare bottiglie di vetro. Io di solito conservo quelle dei liquori e grappe.

Se vuoi puoi acquistare online le bottiglie per limoncello.

limoncello ricetta semplice e veloce

limoncello fatto in casa, la ricetta semplice

Limoncello fatto in casa

Mirco Di Marcello
Fare il limoncello in casa è semplicissimo! Provare per credere!
0 from 0 votes
Preparazione 10 mins
Cottura 5 mins
Macerazione e riposo 30 d
Tempo totale 30 d 15 mins
Categoria Bevande
Cucina Italiana
Porzioni 2 litri circa

Ingredienti
  

  • 1 litro alcol puro 95% per preparazione liquori
  • 8 scorze limoni non trattati, buccia edibile
  • 1 litro acqua
  • 800 g zucchero io ne uso 600 per un gusto più amarognolo

Come si prepara
 

Macerazione delle scorze

  • La prima operazione da fare per preparare il limoncello in casa è quella di pelare i limoni ricavando la scorza. Fate molta attenzione: cercate di prendere solo la parte più esterna, senza il bianco che renderebbe il tutto più amaro.
  • Mettete l'alcol in un vaso con dentro le scorze e lasciatele macerare per almeno 8 giorni (leggi i consigli sopra). Il contenitore deve essere coperto e conservato al buio. Volendo, di tanto in tanto, potete scuotere un pò il vaso per favorire la macerazione.

Preparazione del limoncello

  • Trascorso il tempo della macerazione, possiamo procedere alla preparazione del liquore. In una pentola mettiamo l'acqua e lo zucchero. Portiamo sul fornello e facciamo sciogliere dolcemente lo zucchero, senza che caramelli. Non deve arrivare al bollore. Aiutiamoci con una paletta per mescolare. Per lo zucchero, come scritto sopra, io ne utilizzo un pò meno, 600g perché lo preferisco più acidulo.
  • Sciolto lo zucchero facciamolo raffreddare. Nel frattempo prendiamo il nostro alcol con le scorze e filtriamolo con un colino o con una tela a maglie strette. Dobbiamo eliminare scorze e residui vari.
  • Uniamo ora l'alcol aromatizzato allo sciroppo ormai freddo e mescoliamo bene. Il limoncello è pronto. Il mio consiglio è comunque di farlo riposare per almeno una settimana. Potete riportlo in frigo o in freezer visto che va gustato fresco ma nulla vi vieta di tenerlo fuori o in cantina e metterlo in fresco quando occorre.
Ti è piaciuta questa ricetta?Fammi sapere cosa ne pensi!

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento






* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto