Qualche giorno fa ho avuto la fortuna di visitare l’ antico pastificio rosetano VERRIGNI. Dal 1898 Verrigni produce e distribuisce pasta in tutto il mondo.

La storia dell’ antico pastificio rosetano Verrigni è fatta di passione, artigianalità, di tradizione ma anche di innovazione. Verrigni è soprattutto una bella storia del mio territorio, l’Abruzzo, e di come questa storia sia uscita dai confini abruzzesi per arrivare sulle tavole d’Italia e divenire una delle paste più usate dai grandi chef.

antico pastificio rosetano verrigni

La storia del pastificio Verrigni ha inizio nel 1898, quando Luigi Verrigni divenne fornitore delle nobili famiglie di Rosburgo (ora Roseto degli Abruzzi), le quali apprezzavano molto una pasta di qualità superiore, ottenuta dalla macinatura dei grani con macine a pietra, impastata con l’acqua del Gran Sasso ed essiccata all’aria, appesa alle canne di bambù. Il pastificio applicava infatti gli antichi sistemi di essiccazione all’aria e al sole. In seguito furono creati i camerini nei quali, con l’ausilio di fonti di calore, si essiccava meglio la pasta anche nel periodo invernale.
Verrigni oggi è sinonimo di eccellenza in tutta Italia e non solo.

essiccazione pasta antico pastificio rosetano verrigni

produzione pasta antico pastificio rosetano verrigni

Negli anni ’70 l’ Antico Pastificio Rosetano Verrigni, originariamente sito nell’antica Rosburgo, si trasferisce nella zona industriale dove si trova tutt’ora. E’ nel 2008 che l’azienda passa dai genitori al figlio Gaetano Verrigni e sua moglie Francesca Petrei Castelli ed è da allora che Verrigni prende quota. Tradizione e innovazione sono le parole d’ordine di Verrigni. Pastificare facendo tesoro dell’esperienza acquisita negli anni, selezionando i migliori grani esclusivamente italiani, anche in Abruzzo, nell’Azienda agricola di Francesca e Francesco Paolo Valentini a Loreto Aprutino.
Lenta essiccazione a bassa temperatura, queste le condizioni essenziali per creare un buon prodotto alimentare.

Dopo aver preso forma attraverso le trafile in bronzo, la pasta viene fatta essiccare all’interno di camerini mobili, lentamente e a bassa temperatura (tra 45 e 50° C) con una durata che può arrivare fino a tre giorni, a seconda dello spessore dei formati.

Con l’antica tecnica del “pre-incarto” le caratteristiche delle semole non subiscono variazioni, i naturali processi di fermentazione vengono rispettati e così la pasta Verrigni ottiene il suo inconfondibile sapore.

trafila oro antico pastificio rosetano verrigni
Nel 2009 l’azienda azzarda una nuova produzione: la prima pasta al mondo trafilata in oro. Con la collaborazione dell’orafo Sandro Seccia, vengono messe a punto delle speciali trafile in oro che decreteranno il successo Verrigni: nascono le paste “Spaghettoro”, “Fusilloro”, “Ri-quadro”, “Pi-quadro”, “Soqquadro”. La scelta dell’oro dona alla pasta una diversa ruvidezza e porosità, un rilascio di amido particolare, una consistenza più ricercata, quasi croccante.
E’ proprio questa intuizione, insieme alle forme singolari di pasta, che porterà tanti chefs ad apprezzarla (Niko Romito e Moreno Cedroni tra i tanti).
Verrigni non produce solo pasta di semola ma pasta biologica, biodinamica, farro, Kamut, Senatore Cappelli e paste aromatizzate.
Verrigni, pensate, è anche un profumo, Zero Zero Oro, fragranza creata in collaborazione con i mastri profumieri Durante – Pro Fumum di Roma.

Negli ultimi anni Verrigni ha sviluppato numerosi nuovi prodotti, grazie all’ausilio di selezionate aziende agricole locali: l’olio Salagnone (dell’azienda agricola di Francesca Petrei Castelli), passate e pelati dell’azienda agricola “Fabio Belfiore” (fatte come da tradizione abruzzese.. e imbottigliate proprio nelle classiche bottiglie verdi che usiamo nelle nostre famiglie quando facciamo le passate fatte in casa), birre (avete mai provato “Birrolo” al farro e pompelmo?) e riso, affidandosi all’esperienza e alla professionalità della cooperativa ECORI’ di Vercelli.
Parlare con Francesca Petrei Castelli è in piacere: dal suo sorriso e il suo modo di raccontare capisci il perché del successo del marchio Verrigni: la passione. E’ bello ascoltare i suoi racconti, le modalità con cui selezionano i prodotti e i consigli dei ristoranti da visitare, sparsi nel mondo.

L’Antico Pastificio Rosetano Verrigni è stato uno delle prima aziende italiane ad avviare anche la produzione di pasta di semola dai grani biologici cerficitata dall’ICEA (Istituto per la certificazione etica ed ambientale), ed ha consolidato la sua posizione sul mercato grazie ad una qualità costante riconosciuta dagli operatore e dai consumatori.

Tra i formati che mi hanno incuriosito, oltre ai particolarissimi bi-quadro, pi-quadro e soqquadro.. il formato Bu-quadro (bucatino quadrato) e spaghettoalvolo: hanno un foro ampio che accoglie l’acqua bollente in abbondanza, cuocendo velocemente (soli 2 minuti) – ed aggiunge alla tradizione dell’italianissimo bucatino la comodità di una veloce cottura. Questi tipi di pasta vanno cotti in orizzontale! 🙂

L’Antico Pastificio Rosetano Verrigni si trova a Roseto degli Abruzzi in via Salara 9. All’interno è possibile acquistare i loro prodotti e comporre delle splendide confezioni regalo. Vi consiglio vivamente di visitarlo se siete in zona, altrimenti  potete comodamente ordinare online i suoi splendidi prodotti sul sito VERRIGNI: verrigni.com

Leggi anche il mio articolo dedicato all’evento VERRIGNIMOOD.

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle ricette seguimi su FacebookTwitterGoogle+,InstagramPinterest e sul Canale YouTube di OggiCucinaMirco.

NOVITA’: OggiCucinaMirco è ora anche un canale Telegram! Scopri come ricevere le mie ricette direttamente sul tuo smartphone! Clicca QUI