Una ricetta classica per preparare un buon piatto di baccalà con pomodorini, impreziosito dal sapore delle olive taggiasche.

Da quando mi cimento ai fornelli, non ho mai osato cucinare il baccalà per via dei tempi di ammollo e per paura di sprecare una così buona materia prima. Ho cambiato idea cucinando per voi, cari mariti nel panico, questo trancio di baccalà con pomodorini e olive taggiasche. Oggi vi dirò quindi come prepararlo in poco tempo e fare un figurone!

Io adoro il baccalà, al contrario di mia moglie che però, in alcuni ristorantini delle nostre parti in cui l’ho portata, si è ricreduta. Ho inoltre la fortuna di abitare a pochi chilometri da Sant’Omero, comune abruzzese in cui ogni anno a luglio gli amici della Pro Loco Sant’Omero organizzano con grandissimo successo la “Sagra del baccalà” e che proprio in questi giorni ospita il 3° festival del baccalà e dello stoccafisso. Vi consiglio di farci un salto (sia alla sagra che al festival) perché potrete assaporare il baccalà cucinato da mani sapienti e con ricette davvero sfiziose. Se poi volete un’azienda fidata che lavora da anni con il baccalà… ebbene vi consiglio MONTI, sita a pochi chilometri da casa mia!

Ma passiamo ora alla ricetta del giorno. Preciso subito che il baccalà dovrebbe essere tenuto in ammollo almeno 3 giorni in acqua fredda (il norvegese) affinché perda il sale in eccesso, ma, essendo il mio un blog dedicato ai mariti nel panico che hanno poco tempo, nella ricetta useremo i tranci di baccalà in ammollo che si trovano già confezionati al supermercato.

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

Mettiamo a bollire un pentolino con dell’acqua, quando sarà a bollore, immergiamoci i pomodorini (precedentemente lavati) e lasciamoli bollire per 5/10 minuti, il tempo che appassiscano un po’. Scolateli e lasciateli su un colapasta per qualche minuto e nel frattempo un soffritto in una padella mettendo la cipolla e olio. Riprendete i pomodorini sbollentati e passateli con un passino (se volete essere proprio bravi) o frullateli con un mixer se avete poco tempo. Versate il composto nella padella con il soffritto e fate insaporire qualche minuto, aggiungendo anche le olive taggiasche scolate. Regolate di sale, ricordando però che ne serve pochissimo perché il baccalà è già salato di suo.

Prendete il trancio di baccalà in ammollo, sciacquatelo, scolatelo e tamponatelo delicatamente con carta assorbente.

Mettetelo ora nella padella con i pomodorini e lasciate cuocere una ventina di minuti, senza girarlo.

baccalà olive taggiasche pomodorini

CONSIGLIO

Vi suggerisco di preparare una quantità di sugo di pomodorini tale che, nella padella, il baccalà venga coperto quasi del tutto. Questo vi eviterà di doverlo girare per cuocerlo, creando la possibilità di sfaldarlo.

Servite ben caldo!

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi contatti e sui social con gli appositi pulsanti. Se vuoi essere sempre aggiornato sulle ricette seguimi su FacebookTwitterGoogle+, Pinterest e sul Canale YouTube di OggiCucinaMirco.

LA RICETTA IN BREVE

 

Baccalà con pomodorini e olive taggiasche
Categoria: Secondi Piatti
Cucina: Italiana
Autore: Oggi Cucina Mirco
Ingredienti
  • 1 trancio baccalà norvegese
  • pomodorini
  • cipolla
  • olio extravergine di olive taggiasche (ROI)
  • olive taggiasche in salamoia (ROI)
  • sale
Come si prepara
  1. Mettiamo a bollire un pentolino con dell’acqua, quando sarà a bollore, immergiamoci i pomodorini e lasciamoli bollire per 5/10 minuti poi scolateli.

  2. Prepariamo un soffritto in una padella mettendo la cipolla e olio.

  3. Riprendete i pomodorini sbollentati e passateli con un passino o frullateli con un mixer.

  4. Versate il composto nella padella con il soffritto e fate insaporire qualche minuto, aggiungendo anche le olive taggiasche scolate.

  5. Prendete il trancio di baccalà in ammollo, sciacquatelo, scolatelo e tamponatelo delicatamente con carta assorbente.

  6. Mettetelo ora nella padella con i pomodorini e lasciate cuocere una ventina di minuti, senza girarlo.