Il salame del re con nutella e panna è un dolce tipico squisito fatto di pochi ingredienti, con un ripieno personalizzabile.

Il salame del re è un rotolo dolce tipico della Valle dell’Aniene che ho scoperto qualche settimana fa.

Approfittando di alcuni giorni di ferie di mia moglie (che di solito non ha ferie in agosto), siamo andati a trovare la mia amica Marta e suo marito Francesco a Subiaco. Abbiamo trascorso un weekend magnifico alla scoperta delle bellezze di queso paese e, soprattutto, al fresco!

E’ stato in questi giorni che Marta mi ha parlato del salame del re, che la sorella Serena avrebbe preparato per noi l’indomani. Naturalmente subito ho drizzato le orecchie e mi sono fatto spiegare bene di cosa si trattasse.

Il salame del re è un dolce tipico molto antico, risalente addirittura al 1700. L’origine del salame del re è attribuita propio nelle zone di Subiaco, anche se in seguito ha avuto sviluppo anche in Umbria (con nome di Gattò Aretino) e in Toscana.

In molti fanno un pò di confusione con il nome di questo dolce scambiandolo per un’altro, ossia il salame dolce o salame al cioccolato, che però è tutt’altra cosa.

Il dolce tipico di Subiaco, nella sua ricetta originale, è un rotolo di pan di Spagna bagnato con Alchermes e farcito con crema pasticciera e crema al cacao. In pratica ricorda gli ingredienti della famosa torta abruzzese.

Visto che non amo l’alchermes, ho pensato di proporvi la ricetta di Serena, sorella di Marta, che ha come cavallo di battaglia il salame del re con Nutella e panna. Uno spettacolo!

Visitare Subiaco

Tornando alla mia breve vacanza a Subiaco, ho scoperto questo paese immerso nel verde, attraversato dal fiume Aniene e sovrastato dai Monti Simbruini. Subiaco è stata la location ideale per nostra figlia Chiara e, diciamola, anche per me!

Come prima cosa… il refrigerio! Noi venivamo dall’afa e umidità incredibile della costa adriatica, trovarsi con 6/8 gradi in meno è stata una goduria (anche se i locali dicevano che era caldissimo!!).

Subiaco si è rivelata anche meta ideale per i bambini: grazie a Marta e Francesco, la nostra Chiara si è divertita un mondo.

Tanto per cominciare il giro in slittinovia sul Monte Livata, comodamente seduti, si gira per oltre 700m su un circuito a rotaia. Il primo giro un pò più cauto con mamma Fabiana, il secondo un pò più spericolato con me, visto che la velocità di discesa è regolabile.

A Subiaco Chiara ha potuto realizzare un sogno: cavalcare un pony! Al maneggio, infatti, oltre che cavalcarlo, ha potuto approcciarlo, accarezzarlo, spazzolarlo, creare un feeling con lui. Chiara era contentissima.

maneggio pony Subiaco

Visto che c’eravamo, perché non fare del soft rafting sull’Aniene? Nel periodo estivo, non essendo il fiume in piena, la discesa è molto tranquilla e adatta anche ai bambini. Grazie ai ragazzi di Vivere l’Aniene, un gruppo di giovani favolosi che ogni giorno si prodiga nelle discese, escursioni e corsi Survivor. Se vi trovate nei paraggi per il giorno di San Lorenzo (10 agosto) non perdere il famoso Palio di San Lorenzo.

Il giro dura circa un’ora e mezza e, tra una piccola cascata e l’altra, una pagaiata e l’altra, c’è anche tempo per fare la guerra agli schizzi con gli altri gruppi!

Eccoci all’opera!

rafting sull'aniene | vivere l'aniene

Monumenti e storia di Subiaco

panoramica sacro speco subiaco

Subiaco, oltre che per i bambini, per noi adulti ospita diversi monumenti e luoghi d’interesse. Il Monastero di San Benedetto (o del “Sacro Speco”), ad esempio, maestoso ed avvolto dalle rocce, contiene opere bizantine del VII secolo, un prezioso ritratto di San Francesco e labirinti e cappelle che hanno ispirato Umberto Eco nella scrittura del famosissimo romanzo “Il nome della rosa”.

Acquista su Amazon.it

Poco più sotto è possibile visitare (a pagamento) il Monastero di Santa Scolastica con i suoi tre chiostri, il ponte San Francesco, i resti della villa di Nerone e la rocca dei Borgia.

Insomma, se avete modo, visitate Subiaco!

Salame del re e le sue varianti

Si parlava però di dolce! Del Salame del Re! La farcitura del rotolo, come accennavo prima, può essere fatta a piacere. Una volta preparata la base di pan di Spagna, gli ingredienti della farcia sono a nostra discrezione.

Il rotolo panna e Nutella è sicuramente il più appetitoso. Vi consiglio di provare anche il rotolo con marmellata di fragola e panna, o con crema al pistacchio.

I più arditi potranno provare a fare un rotolo farcito con gelato, ma andrà servito immediatamente altrimenti il gelato si scioglierà.

Per quanto riguarda la ricetta del pan di Spagna vi darò sia la ricetta di Serena, sorella della mia amica Marta, sia quella di mia cognata, che però prevede l’utilizzo del burro.

rotolo con Nutella e panna, salame del re
Salame del re in versione nutella e panna

Ricetta del salame del re con Nutella e panna

salame del re, dolce tipico di Subiaco
5 from 1 vote
Stampa

Salame del re con Nutella e panna

Il salame del re con nutella e panna è un dolce tipico squisito fatto di pochi ingredienti, con un ripieno personalizzabile.

Categoria Dessert, Dolci
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 10 minuti
In frigo per 5 ore
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 10 persone
Autore Mirco Di Marcello

Ingredienti

Ingredienti per il pan di Spagna

  • 5 uova
  • 5 cucchiai zucchero
  • 5 cucchiai farina 00
  • 1/2 bustina lievito per dolci vanigliato

Ingredienti per la farcia

  • 1/2 vasetto Nutella
  • 250 ml panna per dolci da montare

Ingredienti per pan di Spagna alternativo (con burro)

  • 3 uova
  • 100 gr zucchero
  • 120 gr farina
  • 50 gr burro fuso
  • 1/2 cucchiaio lievito vanigliato

Come si prepara

Preparazione del pan di Spagna

  1. Preriscaldiamo il forno a 200°C. Montiamo le uova con lo zucchero, almeno 10/15 minuti: dobbiamo ottenere un composto gonfio e spumoso. Incorporiamo la farina e il lievito mescolando bene.

    montare uova con zucchero per il salame del re
  2. Foderiamo una teglia da forno con carta forno bagnata e strizzata bene. Versiamoci il composto e uniformiamolo con l'aiuto di una spatola. Inforniamo per 10 minuti circa. Temperatura e tempo dipendono dal forno. Le prime volte dovrete regolarvi da soli. Potete comunque variare tra i 180°C e 200°C, oppure 10/15 minuti. Con il mio ho cotto a 200°C per 10 minuti. 

    Il pan di Spagna deve essere cotto ma non colorito troppo, il rotolo deve rimanere chiaro.

  3. Bagniamo e strizziamo uno strofinaccio e poniamolo sul tavolo. In alternativa potete usare carta forno o pellicola trasparente ma il canovaccio bagnato è secondo me il metodo migliore. Rovesciamo la teglia sul panno bagnato (servirà per tenere la giusta umidità al rotolo). Iniziamo a togliere delicatamente la carta forno dalla parte superiore del pan di Spagna, piccoli movimenti per evitare di sfaldarlo. Rifiliamo i bordi con un coltello.

    pan di Spagna per salame del re

Farcitura del salame del re

  1. Scaldiamo la Nutella al microonde (per stenderla meglio) e formiamo uno strato di cioccolato sul rotolo. Per aggiungere la panna dovremo aspettare che il pan di Spagna si freddi un pò. Nel frattempo possiamo montarla (ricordate di mettere in tempo la panna e le fruste in frigo, per montarla devono essere freddissime). Se volete un composto più stabile potete usare il pannafix.

  2. Creiamo uno strato di panna sopra quello di Nutella. Cominciamo ad arrotolare il nostro salame del re, dal lato più stretto, aiutandoci con il canovaccio bagnato che abbiamo alla base. Cercate di stringerlo bene, non preoccupatevi se qualcosa fuoriesce: una volta arrotolato, potremo rifinire i bordi con un coltello.

  3. Riponiamo il rotolo in frigo avvolto stretto nel canovaccio (o con carta stagnola) per almeno 5 ore. Al momento di servire spolveriamolo con zucchero a velo.

Preparazione del pan di Spagna in versione alternativa (con burro)

  1. Montiamo le uova con lo zucchero, almeno 10/15 minuti: dobbiamo ottenere un composto gonfio e spumoso. Incorporiamo il burro, la farina e, infine, il lievito. Inforniamo per 5 minuti a 180°C. Proseguire come sopra.