Pasticciotto leccese

di Mirco Di Marcello

Il pasticciotto leccese senza strutto è uno squisito dolce tipico della Puglia alternativa gustosa alla ricetta originale.

La mia vacanza nel Salento ha lasciato il segno… sicuramente per lo splendido mare, limpido e incontaminato… ma, non da meno, per il buon “pasticciotto leccese“. Ed eccomi a proporvi la ricetta del pasticciotto leccese senza strutto.

Girovagando per Lecce e Porto Cesareo ne ho assaggiati di diverse pasticcerie e di diversi gusti.

Subito mi sono riproposto che, una volta tornato a casa, avrei provato a farli.

Sabato finalmente ho trovato un po’ di tempo e mi sono cimentato in cucina. Ho analizzato la ricetta originale e ho pensato di renderla un po’ più leggera.

Preciso subito che quella che vi propongo non è la ricetta originale del pasticciotto leccese (che prevede ad esempio strutto e ammoniaca) ma è comunque una buona ricetta alternativa.

Non è velocissima, un “marito nel panico” quindi sicuramente al solo pensiero di prepararla si sentirà male. Pensate però al risultato finale: degli ottimi pasticciotti fatti in casa pronti da essere gustati!

Sicuramente potrete trovare un alleato nel Bimby, sia per la preparazione della pasta frolla, sia per la crema pasticcera.

Una delle tante versioni che ho gradito è quella con le amarene all’interno. Se vuoi puoi provare a fare questa variante anche tu.

Pasticciotto leccese senza strutto

Prima di passare alla ricetta, ti suggerisco di guardare anche la ricetta della torta pasticciotto leccese.

Se vuoi riceverli direttamente a casa tua guarda anche qui: pasticciotto leccese vendita online.

Ricetta pasticciotto leccese senza struttosenza strutto
Stampa Pin
5 from 1 vote

Pasticciotto leccese

Con le dosi di questa ricetta ho ricavato 12 pasticciotti dalla teglia x cupcakes e 3 stampini in alluminio per muffin.
Piatto Dolci
Cucina Italiana
Preparazione 1 ora 20 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 1 ora 40 minuti
Autore Oggi Cucina Mirco

Ingredienti

PER LA PASTA FROLLA

  • 300 gr di burro (a temperatura ambiente tiratelo fuori almeno 15 min. prima di iniziare)
  • 80 gr di tuorli d’uovo dipende dalla grandezza.. sono circa 4 uova
  • 500 grammi di farina 00
  • 200 grammi di zucchero semolato o a velo
  • 1 scorza di limone grattugiata
  • 1 bacca di vaniglia o essenza di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

PER LA CREMA

  • 500 ml di latte intero
  • 140 gr di zucchero
  • 4 tuorli d’uovo
  • 40 gr di fecola di patate
  • scorza di limone

Come si prepara

  • Iniziamo preparando la pasta frolla unendo il burro con lo zucchero (io ho usato la planetaria con la frusta K ma potete usare ciò che avete o addirittura impastare a mano)
  • Mescolate fino ad ottenere una crema.
  • Aggiungete poi i semi della bacca di vaniglia (o l’essenza), la scorza del limone e i tuorli, uno alla volta.Non aggiungete il tuorlo successivo fino a quando il precedente non si è ben amalgamato.
  • Unire ora la farina e continuare ad impastare fino a quando non avremo una pasta compatta, non serve lavorare troppo il composto.
  • Riponete il panetto in frigo per un’ora avvolgendolo nella pellicola.
    pasta frolla pasticciotto leccese
  • Prepariamo ora la crema per il ripieno del nostro pasticciotto leccese: In un pentolino mettiamo a bollire il latte con la scorza del limone (io l’ho messa intera, senza grattugiarla) e il baccello di vaniglia (quello a cui avete prelevato i semi per la frolla) o l’essenza.
  • Nella planetaria, con la frusta a filo grosso (o con il vostro sbattitore) cominciamo a sbattere i tuorli con lo zucchero e la fecola: create una crema.
  • Prima che il latte raggiunga il bollore, toglietelo dal fornello e versatene un pò nella planetaria mescolando velocemente, aggiungendo poi il resto e continuando a mescolare.
  • Mettete ora il composto sul fuoco (o continuare a cuocerlo con il cooking chef) fino a quando la crema non diventa densa.
  • Togliete dal fuoco e travasate in un’altro contenitore e lasciate raffreddare. Io uso la pellicola, coprendo con un foglio la crema a contatto. Eviterà che si secchi lo strato superiore.
  • E’ il momento di preparare gli stampini: chi non ha in casa gli stampini per pasticciotto leccese, può usare quelli in alluminio per muffin o quelli per le crostatine. Io ho usato quelli in alluminio per muffin e una teglia per cupcakes.
  • Spennellate con del burro fuso (mettetelo pochi secondi al microonde) gli stampini, dividete il panetto di frolla a metà e cominciate a creare dei cerchi o quadrati di frolla del diametro leggermente superiore allo stampo che avete stendendola su un piano infarinato con il mattarello.
    Pasticciotto leccese con burro
  • La frolla deve essere abbastanza spessa, suggerisco un 4mm. Rivestite ora lo stampino facendolo aderire bene aiutandovi con le dita. Lasciate fuoriuscire un pò di pasta che servirà a chiudere con lo strato superiore il pasticciotto. Con la fortchetta bucherellate il fondo.
    stampo pasticciotto leccese
  • Con un sac a poche ora riempite ogni stampino di crema, poco sotto al bordo dello stampo.
    Crema pasticciotto leccese
  • Con la restante pasta frolla dovrete ora creare i coperchi dei vostri pasticciotti. Stendete quindi, allo stesso modo della base, dei dischi di frolla e cominciate a coprire i pasticciotti avendo cura di sigillare bene i bordi esteri per evitare la fuoriuscita di crema. Togliete la pasta in eccesso.
  • Spennellate infine (cosa che io ho dimenticato di fare!!!) la parte superiore del pasticciotto con un uovo sbattutto o con del latte. Darà colore e lucentezza al vostro squisito dolcetto.
  • Infornate a forno caldo e far cuocere una 20na di minuti a 180 gradi. I pasticciotti devono essere ben dorati in superficie.

Pasticciotto leccese ricetta

Pasticciotto ricetta senza strutto

piatto con pasticciotto

interno pasticciotto

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi contatti e sui social con gli appositi pulsanti e commentala qui sul blog.

Potrebbero interessarti anche:

2 commenti

sabrinaincucina 30 Novembre 2016 - 18:29

Ciao, la tua ricetta sembra buonissima!
Anche io ne ho pubblicata una sul mio blog..
Se ti va passaci e dimmi cosa ne pensi 😉

Rispondi
Mirco Di Marcello 2 Dicembre 2016 - 11:43

Grazie Sabrina! La mia è una ricetta sbrigativa… ma comunque molto gustosa! Corro a vedere la tua!;)

Rispondi

Lascia un commento

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto