Carbonara di verdure, ricetta con e senza uova crude
Stampa

Carbonara di verdure

La carbonara di verdure è un primo piatto veloce da preparare e nutriente per via delle verdure, personalizzabili a seconda dei gusti.
Categoria Primi piatti
Cucina Italiana
Preparazione 10 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 20 minuti
Porzioni 4 persone
Autore Mirco Di Marcello

Ingredienti

Per la carbonara di verdure

  • 2 carote grandi
  • 2 zucchine medie
  • 350 grammi pasta spaghetti o linguine
  • 2 uova
  • 1 scalogno o cipolla
  • 50 grammi parmigiano grattugiato
  • sale e pepe
  • olio di oliva extra vergine
  • maggiorana per guarnire

Per la variante senza uova

  • 1 vaschetta panna da cucina o yogurt
  • 1 bustina zafferano o curcuma o curry
  • 50 g parmigiano grattugiato
  • 1 pizzico pepe
  • 1 presa sale

Come si prepara

  • Puliamo e laviamo le carote e zucchine e tagliamole a julienne. Una parte tagliamola a piccoli dadini.
    tagliere con verdure alla julienne
  • Tritiamo lo scalogno, rosoliamolo con olio in una padella o wok, aggiungiamo le verdure e facciamole saltare per pochi minuti. Saliamo.
    verdure in padella
  • In una ciotola mescoliamo le uova intere con il parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e pepe.
  • Lessiamo la pasta in abbondante acqua salata, scoliamola e trasferiamola nella padella con le verdure.
  • Versiamo il composto nella padella contenente pasta e verdure e mantechiamo per pochi minuti: l'uovo, come nella classica carbonara, deve rimanere liquido e non una frittata. Possiamo aiutarci con un pò di acqua di cottura della pasta per regolare la cremosità.
  • Mettete nel piatto e guarnite con foglie di maggiorana fresche.

Per la variante senza uova

  • Per preparare la carbonara di verdure senza uova a crudo, invece di preparare il composto delle uova, parmigiano, sale e pepe, in una ciotola mescolate la panna da cucina con la polvere di zafferano, il formaggio, il sale e il pepe e versate il tutto nella padella contenente pasta e verdure. Fate mantecare, se serve aiutandovi con acqua di cottura, poi trasferite nei piatti, guarnendo con foglie di maggiorana o pistilli di zafferano.