Paccheri ripieni con crema di spinaci e Piave DOP

di Mirco Di Marcello

I paccheri ripieni con crema di spinaci sono un primo piatto ricco di gusto che, con il Piave DOP, assumono un sapore unico e delicato. La mia versione finger food.

La ricetta che vi propongo oggi, cari “mariti nel panico” è molto versatile perché può essere servita sia come primo piatto, sia, come vedrete dalle foto, in versione finger food per un aperitivo tra amici. I paccheri ripieni con crema di spinaci su fonduta di Piave DOP delizieranno il vostro palato.

L’idea mi è venuta grazie a “Nice To Eat-Eu”, campagna che promuove il Formaggio Piave Dop in Italia, Germania e Austria.

Nice to Eat-Eu” è il nome della Campagna triennale promossa dal Consorzio per la Tutela Formaggio Piave DOP (Busche di Cesiomaggiore, BL) grazie al co-finanziamento dell’Unione Europea.

Attraverso questa campagna, il Consorzio intende rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento, e di conseguenza aumentare la competitività e il consumo, del formaggio Piave DOP– incluso nei marchi di qualità europei sul piano della sicurezza degli alimenti, della tracciabilità, della tradizione, dell’autenticità, degli aspetti nutrizionali e sanitari – nei mercati di maggior interesse per il progetto: Italia, Germania e Austria.

Il Piave DOP

Il Piave DOP è un prodotto eccezionale italiano, che trova nella Germania un grande consumatore.

Il nome deriva dall’omonimo fiume che nasce nel cuore delle Dolomiti.

Il latte utilizzato per la produzione di Piave DOP proviene esclusivamente dalla provincia di Belluno e dal suo suggestivo paesaggio montano. 

Viene prodotto, almeno per l’80%, da razze bovine tipiche della zona di produzione: la Bruna italiana, la Pezzata Rossa italiana e la Frisona italiana.

Questi animali vengono nutriti con foraggio di prato polifita stabile, perlopiù spontaneo, integrato con cereali, granaglie ed insilati d’erba e mais, purché di ottima qualità.

Da qui prende forma il formaggio Piave DOP, tipicamente cilindrico, a pasta cotta, duro, e proposto in cinque diverse tipologie di stagionatura:

  • Il Piave DOP Fresco (20/60 giorni)
  • Il Piave DOP Mezzano (61/180 giorni)
  • Il Piave DOP Vecchio (> 6 mesi)
  • Il Piave DOP Vecchio Selezione Oro (> 12 mesi)
  • Il Piave DOP Vecchio Riserva (> 18 mesi)

La ricetta

Ebbene, avendo a disposizione dell’ottimo Piave DOP Mezzano, ho pensato ad un piatto che potesse esaltarlo. Questo formaggio è ottimo sia fuso, sia grattugiato, sia al naturale. Molto spesso è accompagnato da composte di frutta o cipolla.

Io ho voluto unirlo alla pasta, naturalmente alla mia maniera. Mi piaceva l’idea del finger food, per una serata tra amici.

Questa ricetta potrebbe essere servita a cena, quando magari si vuole evitare un piatto completo di pasta. Serviti con degli antipasti sfiziosi, i paccheri ripieni con crema di spinaci su fonduta di Piave DOP saranno ideali.

È un piatto che può esser servito sia caldo che freddo. Naturalmente la fonduta vi consiglio di servirla calda. I paccheri potete decidere voi.

Il Piave DOP non è solo usato per la fonduta, ma ne ho inserito un po’ anche nella crema di spinaci, insieme a panna da cucina. Se volete gustarlo in purezza potrete eliminare la panna e usare solo olio per regolare la cremosità.

Ho decorato i miei paccheri ripieni con pomodori secchi, sia per dare colore, sia per dare sapore.

In alternativa, potreste usare dello speck o prosciutto croccante.

Se cerchi qualche idea per accompagnare questo piatto per un gustoso aperitivo, guarda anche le altre ricette finger food che ho preparato.

Paccheri finger food ripieni di spinaci e fonduta

Piave DOP mezzano, ricetta

Paccheri con crema di spinaci e fonduta di Piave DOP

Paccheri ripieni di crema di spinaci con fonduta di Piave DOP

Mirco Di Marcello
Primo piatto o finger food gustoso grazie alla presenza del Piave DOP.
5 from 2 votes
Preparazione 30 mins
Cottura 15 mins
Tempo totale 45 mins
Categoria Antipasti, Primi piatti
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Per la pasta ripiena

  • 12 paccheri 3 per ciascun finger (mettetene qualcino in più nel caso dovessero rompersi)
  • 100 g spinaci freschi o surgelati
  • 50 g Piave DOP grattugiato
  • 1 presa sale
  • 50 ml panna da cucina
  • 1 spicchio aglio
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • 2 pomodori secchi
  • q.b. foglie di maggiorana

Per la fonduta di Piave DOP

  • 150 g Piave DOP
  • 50 ml latte
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. noce moscata

Come si prepara
 

  • Mettiamo a lessare la pasta in abbondante acqua salata
  • Nel frattempo in una padella facciamo soffriggere l’aglio con due cucchiai d’olio, aggiungiamo gli spinaci, un pizzico di sale e pepe e lasciamo andare qualche minuto, il tempo che si inteneriscano. 
  • Trasferiamo il composto nel boccale di un mixer ad immersione, aggiungiamo il Piave DOP grattugiato, un filo d’olio e la panna e frulliamo. Rendiamo il composto cremoso. Aggiustiamo di sale. Mettiamo il tutto in una sac à poche.
  • Scoliamo la pasta al dente e raffreddiamola sotto acqua corrente per evitare che si attacchi. Se vogliamo lasciarli caldi, mettiamoli in una boule con un po’ di olio.
  • Prepariamo la fonduta mettendo in un pentolino il latte e la panna. Aggiungiamo sale, pepe, noce moscata e portiamo a bollore. Abbassiamo la fiamma e aggiungiamo il Piave DOP grattugiato. Continuiamo a mescolare con una frusta o con un cucchiaio fino a quando il formaggio non sarà completamente sciolto. 
  • Prendiamo la ciotola con cui serviremo i finger food, formiamo una base di fonduta, disponiamo i paccheri in verticale e riempiamoli con la crema di spinaci.
  • Decoriamo con delle listarelle di pomodoro secco e serviamo.
Ti è piaciuta questa ricetta?Fammi sapere cosa ne pensi!

Finger food pasta ripiena

Pasta finger food in primo piano

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento






* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto